Tanti eventi in un vecchio Molino

L’Hilton Molino Stucky di Venezia è stato premiato dal 2013 per otto anni consecutivi come la sede più prestigiosa per tenere un congresso o una convention internazionale

Venezia è una delle Città d’Arte italiane che più ha risentito della crisi del turismo, in particolare di quello congressuale. Nella scorsa estate le cose sembravano essersi messe per il meglio, con la Biennale ad attrarre visitatori da tutto il mondo e l’attivazione del sistema di paratie destinate a difendere Venezia dall’acqua alta. Peraltro, il fascino e bellezza di una delle più belle città del mondo rappresentano la migliore garanzia che, non appena la pandemia si sarà smorzata, i turisti torneranno a popolare le isole e le calle cittadine. A chi visita Venezia per la prima volta non passa inosservato un imponente edificio che dall’isola della Giudecca si affaccia sull’omonimo canale. Si tratta di una delle costruzioni industriali più alte di Venezia, costruito su iniziativa dell’industriale di origine svizzera, Giovanni Stucky, che aveva iniziato la sua attività professionale come montatore nel settore dei mulini. Alto quasi due metri e dalla folta barba bionda, l’imprenditore si trasferì nella laguna avendo intuito che, all’epoca, il trasporto su acqua del grano era più veloce e conveniente rispetto a quello su terraferma. Giovanni Stucky, oltre che del Palazzo che oggi ospita l’Hilton Molino Stucky Venice, fu proprietario anche del prestigioso Palazzo Grassi e promotore della Biennale d’Arte. La sua è una figura leggendaria, come testimonia il suo omicidio avvenuto per cause misteriose nel maggio del 1910. Il primo progetto del Mulino, che è stato a lungo considerato fra i più belli costruiti a cavallo del XVIII e XVIX secolo, è del 1884 a opera dell’architetto Ernst Wullekopf che lo volle con la classica e caratteristica facciata e la torre neo-gotica. Terminato di costruire nel 1895, lo stabilimento industriale, attraverso numerosi ampliamenti, arrivò a coprire oltre 30mila mq. Del progetto originario la struttura mantiene la suddivisione in due aree (una maggiore, a sviluppo verticale, una seconda più bassa) e la storia dell’ex-granaio si riflette nelle sue travi imponenti e nei soffitti a forma di silos, nelle torrette appuntite e negli esterni restaurati di mattoni rossi, nei giardini rigogliosi e nelle finestre alte e strette. La trasformazione in albergo è avvenuta dopo un restauro completo del palazzo che ha richiesto dopo un attento studio che garantisse completa aderenza al disegno originale della costruzione, oltre quattrocentocinquantamila mattoni .

Esterno della SPA

Attualmente la struttura è composta da 13 edifici distribuiti su nove piani. Le camere sono 379, di cui 88 Executive, 44 Suite e 1 Suite presidenziale di 300 mq, tutte dotate delle più moderne tecnologie. Un elemento straordinario aggiunto nel corso della ultima ristrutturazione è la piscina panoramica all’ultimo piano dell’edificio Arsenale, a un’altezza di 35 metri sul livello del mare, l’unica nella città con vista a 360 gradi che consente di avere un panorama mozzafiato sui canali di Venezia. All’interno del Molino Stucky Hilton si trova la “Bars & Restaurants Collection”, ovvero bar e ristoranti, intimi, romantici e raffinati. La filosofia è quella di utilizzare prodotti semplici ma di altissima qualità, selezionati dallo Chef secondo il ritmo delle stagioni, nel rispetto della cultura gastronomica italiana. L’hotel ospita un ampio Centro Benessere con palestra di 600 mq, accessibile direttamente in ascensore dalle stanze o tramite una entrata dedicata che si apre nel retro del vecchio molino, lì dove ora è posta la statua che ricorda il suo fondatore. L’Hotel rappresenta il più grande centro congressi di Venezia comprensivo de la Venetian Ballroom, sala plenaria estesa su 1000 m2 ed ulteriori 13 sale meeting, ideali per piccoli eventi e capaci di offrire la flessibilità di cui si può aver bisogno. Un team eventi dedicato dell’Hilton Molino Stucky offre un servizio di alto livello, riconosciuto dal titolo di vincitore come Europe’s and Italy’s Leading Conference Hotel ai World Travel Awards – per l’ottava volta consecutiva dal 2013. La location è ideale per congressi, conventions, feste a tema, lanci di prodotto, sfilate, e cerimonie di premiazione.