Gastronomia e benessere per i congressi nel Voco Milan Fiere Hotel

L’ex B4 hotel mantiene le promesse per eventi caratterizzati da ottimi servizi, tecnologici e non

Era evoluzione che negli ultimi vent’anni ha caratterizzato il mondo del­l’hôtellerie internazionale ha determinato un cambiamento molto profondo in alcune tipologie di strutture recettive. La più evidente è quella che riguarda il cosiddetto segmento dei business hotel. Destinato in primo luogo a uomini e donne in viaggio per affari, abituati a cambiare albergo anche più volte alla settimana e in città diverse, i business hotel offrivano camere e servizi di qualità medio-alta, con spazi e arredi standardizzati, in cui fermarsi esclusivamente per dormire, per lo più vicino alle stazioni e agli aeroporti, obbligatoriamente dotati di parcheggi. Poi, via via, con l’affermarsi di una nuova cultura dell’abitare e la sperimentazione di nuovi servizi e modelli di ospitalità, si sono venuti a definire originali standard qualitativi che hanno preso in considerazione anche il pur poco tempo libero che l’ospite ha la sera, dopo la firma di un contratto, o in occasione di un congresso, di un meeting o di una presentazione aziendale. Ai primi posti delle offerte diventate indispensabili per essere scelti dal viaggiatore d’affari, c’è sicuramente la presenza di un Centro Benessere o di una SPA in cui sottoporsi a una seduta rigenerante, un massaggio o un trattamento cosmetico. Molto curata la gastronomia, che fa la differenza quando si cerca un albergo per tenere un convegno residenziale o un evento commerciale. L’hotel infatti si propone non solo e semplicemente come servizio ma come “meta” di un viaggio o di una sosta. È il caso del Voco Milan Fiere Hotel del IHG, con i suoi 21 piani e quasi cento metri di altezza, in prossimità dei poli fieristici Rho-Fiera e Fiera Milano City, nato per rivedere e rinnovare ogni obsoleta e antiquata definizione di business hotel, incarnando il concetto di “regeneration”: visione versatile dello spazio – ospitalità innovativa – magia di sapori – armonia e benessere – gaming – eventi sorprendenti. Visibile e riconoscibile esternamente di giorno, grazie al colore utilizzato nell’edificio, e di notte, per la sua suggestiva illuminazione, all’interno l’atmosfera appare subito magica tramite forme e colori che danno vita a un intenso coinvolgimento emotivo, legato all’ideazione e al segno dell’architetto Simone Micheli che ha curato tutto il progetto degli interni e illuminotecnico. Un’esperienza che inizia nel disvelamento dei suoi suggestivi spazi, contenuti in una struttura architettonica tecnologicamente avanzata che si articola in tre livelli interrati, destinati a parcheggio e spazi ricevimento, un corpo verticale di 16 piani e una piattaforma circolare di tre piani fuori terra adibita ad aree di ricevimento, e spazi per riunioni ed eventi di ogni tipo in grado di ospitare fino a 630 persone. Al piano terra la hall, gli spazi di attesa, di servizio e di intrattenimento nella lobby che collega i due livelli superiori di convegnistica, e l’area destinata alla ristorazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.